Ravvedimento operoso

Ravvedimento operoso Il Ravvedimento Operoso (art. 13 del Dlgs n. 472/1997) è lo strumento con cui il contribuente può spontaneamente regolarizzare violazioni, irregolarità o omissioni tributarie con il versamento di sanzioni ridotte, il cui importo varia in relazione alla tempestività del ravvedimento, che potrà essere utilizzato anche nel caso dei pagamenti Imu e Tasi.

 

Per il pagamento del ravvedimento operoso relativo ad IMU, TASI e TARI occorre utilizzare il modello F24, come per i pagamenti normali, versando l'intera somma (importo da versare, importo della sazione e importo degli interessi giornalieri) col il corretto codice tributo e barrando la casella “ravv”.

Per il pagamento del ravvedimento operoso relativo ad ICP, TOSAP e COSAP occorre utilizzare le modalità previste dal Comune (bollettino, bonifico, ecc.).

I codici tributo per le quote da versare al Comune sono pubblicati sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

torna all'inizio del contenuto